Articoli

ULTIMA DOPO L'EPIFANIA «DEL PERDONO».

  "Pregate sempre senza stancarvi" ha insegnato Gesù.

 E noi vogliamo mettere in pratica questo suo comando. Ma perché la preghiera penetri le nubi, giunga cioè al cuore di Dio, deve partire da un cuore umile.

 L’umiltà è virtù difficile,  perché come figli di Adamo siamo sempre tentati di essere protagonisti primari del nostro vivere, lasciando da parte Dio.

 È virtù difficile perché deve essere la sintesi della carità, che si fa serva di tutti e della giustizia, che chiama le cose col proprio nome, facendo esperienza del proprio limite.

Diciamo allora: “Signore, non sappiamo pregare, sappiamo di non saper pregare”. Questo è certo! Mandaci il tuo Spirito che supplisca alle nostre povertà.

 

 Don Claudio