Il Blog della Parrocchia

2° di PASQUA

IIa Domenica di Pasqua “della Divina Misericordia”

CRISTO  E’ RISORTO! E’ NATO L’UOMO NUOVO!
«Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: “Pace a voi!”»: è la manifestazione del Signore al centro di questa Domenica dell’Ottava. La liturgia infonde in noi gli stessi sentimenti dei discepoli riuniti nel Cenacolo: «Gioirono al vedere il Signore».

Egli non nasconde i segni della Passione e ci dona di riconoscere la sua presenza viva e gloriosa, e di sperimentare la sua misericordia. La risurrezione di Gesù diventa un pressante invito alla conversione, perché «la pietra scartata dai costruttori ora è pietra angolare».

Per questo, facendo nostra la stessa professione di fede all’apostolo Tommaso, siamo chiamati a superare ogni incertezza ed esitazione, per meritare la beatitudine di quanti «non hanno visto e hanno creduto!».


Don Claudio

 

PASQUA

Pasqua nella Risurrezione del Signore

CRISTO  E’ RISORTO! E’ NATO L’UOMO NUOVO!
“Lavacro santo e puro, perenne fonte d’acqua che dona a chi si immerge la giovinezza eterna. Alleluia!”.

Questo testo  che la liturgia ambrosiana canta durante i battesimi nella notte pasquale ci ricorda che noi siamo stati immersi nella Pasqua di Cristo nel giorno del nostro battesimo.
A partire dal Battesimo  nella nostra vita  è entrata la “giovinezza” di Dio. Cristo Risorto  è l’uomo nuovo che Dio ci ha donato. Nella sua risurrezione è iniziata la nuova creazione, non più soggetta alla morte.
La “giovinezza” che  Dio ci dona in Cristo Risorto  non è legata all’età cronologica  ma dono della Grazia del Risorto che ci apre continuamente nella speranza al futuro.
La “giovinezza di Dio” è cammino sempre nuovo nella verità della fede  e nella conoscenza umile e semplice di Dio; è rinnovata carità fino al dono di sé nella fedeltà alla propria vocazione d’amore; è speranza indistruttibile di fronte ad ogni avversità della vita generando continuamente progetti di vita e di gioia; è esperienza di perdono ricevuto e dato che dopo ogni caduta ci fa’ ritrovare la dignità nostra e dei fratelli.
La “giovinezza di Dio” è capacità di vivere la fatica e la  gioia della vita fraterna.
Cristo Risorto ci doni la sua “giovinezza eterna”! E’ questa la mia preghiera per voi e il mio augurio.

Buona Pasqua!
Don Claudio

 

Delle Palme

Domenica Delle Palme.

Giornata Mondiale della Gioventù.

La Domenica delle Palme, con il ricordo dell’unzione di Betania e dell’Ingresso di Gesù a Gerusalemme, ci introduce nella Settimana Autentica, quella più eminente, perché celebra la Pasqua del Signore. La liturgia ci invita a non lasciarci coinvolgere dalle tenebre del tradimento e dell’incomprensione, che già sembrano insinuarsi nel cuore, e a offrire al Signore il «profumo prezioso» della nostra fede.

In questi giorni così grandi, desideriamo quindi fissare il nostro sguardo sul Signore crocifisso e risorto, affidando a Lui ogni desiderio e speranza di salvezza.
In questa domenica si celebra in tutte le Diocesi la XXXa Giornata mondiale della gioventù. Il tema di questa giornata si ispira alla beatitudine del Vangelo: “Beati i puri di cuore perché vedranno Dio”.

Il puro di cuore, cioè la persona che si mette in ascolto del Signore, che sinceramente ricerca la sua volontà, che si nutre della sua Parola, diviene capace di scorgere nella sua vita la presenza di Dio e di vedere la realtà, il mondo come lo vede Dio, con il suo stesso sguardo.